cheap christian louboutin , christian louboutin sale, cheap ralph lauren, ralph lauren sale, Cheap Michael Kors, Michael Kors Australia, christian louboutin ouetlet uk Picci Blog / Picci interviste: Mammachestorie - Picci Blog
IMG-20150326-WA0001

Picci interviste: Mammachestorie

Oggi conosciamo un’adorabile mamma blogger, Valeria. Vi lasciamo alle sue parole.

BLOG: mammachestorie.it

TWITTER: mammachestorie/twitter

Descriviti in poche righe

Sono Valeria, ho 31 anni e sono la mamma di Filippo.
Prima che, in una calda mattinata di luglio, qualcuno decidesse che per Filippo e i suoi quattro chili era arrivato il momento di uscire, mi occupavo di marketing e comunicazione in una multinazionale.
Ora sono in maternità. Mi godo Filippo che scopre il mondo, un pezzetto ogni giorno. E io scopro il mondo di Filippo, o almeno cerco di fare del mio meglio. Nel tempo libero fra una scoperta e l’altra, lo aiuto con il suo blog. Si, perchè in famiglia il blogger è lui.

5

1. Hai sempre voluto essere mamma?

Mi sono sempre immaginata moglie e madre. C’è stato anche un periodo in cui dicevo a tutti che volevo quattro figli. Ora capisco perché mi dicevano fanneunoepoivediamo. Resto però convinta che, se magari quattro sono un pochino tanti, forse uno è troppo poco.

2. Come hai scelto il nome dei tuoi figli?

Semplicemente, perché ci piaceva. Ci è sempre piaciuto, è come se avessimo sempre saputo che sarebbe stato Filippo.

3. Qual è la cosa miglior dell’essere mamma?

Vedere la felicità di tuo figlio. Vedere quegli occhietti furbi che si illuminano e quelle guanciotte tonde che si aprono in un sorriso è una delle cose più belle e sorprendenti che possano capitare.

2

4. Quale figura familiare hai preso come ispirazione nel tuo essere mamma?

Direi mia madre. Più che per scelta, per naturale necessità: ci assomigliamo molto, il nostro modo di guardare il mondo è molto vicino, a volte sovrapponibile. Per cui, nel momento in cui mi sono trovata anche io ad essere a mia volta madre, mi sono ritrovata in lei, nei suoi pensieri e nei suoi comportamenti.

5. Il miglior consiglio che ti sia stato dato?

Di consigli me ne sono stati dati molti, forse troppi: le prime settimane sono state un vortice di consigli, spesso non richiesti, sempre contrastanti. Quello che a volte mi è mancato, perché per timore non si chiede e per rispetto non si offre, è stato l’aiuto, pratico, banale, sulle piccole incombenze quotidiane.

3

6. Che consiglio daresti a una neo-mamma?

Di ascoltare tutti i consigli, ma di fidarsi solo del proprio istinto.

7. A che cosa hai rinunciato per essere mamma?

Al tempo, sicuramente. Al tempo per me, per sedermi sul divano a leggere un libro, per farmi un bel bagno caldo, per uscire per un aperitivo con le amiche. Tempo che sia solo mio, da riempire secondo i miei desideri, o anche da lasciare meravigliosamente vuoto, qualche volta.

8. Qual è l’errore più grosso che hai fatto?

Lo devo ancora fare. Non che non ne abbia fatti, chiaramente; credo però che la parte difficile debba ancora arrivare.

9. Che cosa ti spaventa o cosa ti fa preoccupare?

Tutto e niente, allo stesso tempo. Sono molto positiva, ottimista, fiduciosa nei confronti del mondo e delle persone, per cui ti dico che non mi preoccupa nulla. Quando però mi tolgo i meravigliosi occhiali rosa attraverso cui guardo la realtà, mi rendo conto che ne avrei, di cose per cui spaventarmi. Però cerco, con buon senso, di non pensarci troppo. E di vivere, e far vivere Filippo, sereno. Quando sarà più grande, gli spiegherò che il mondo può essere anche brutto, qualche volta. Nel frattempo, mi godo la sua beata innocenza.

10. Raccontaci un momento imbarazzante con tuo figlio.

Diciamo che fra i pregi di Filippo non c’è la pazienza. Quando era molto piccolo, nel momento in cui decideva di mangiare, doveva farlo subito. E subito voleva dire immediatamente. Altrimenti cominciava ad urlare disperato, rosso come un peperone. Ecco, quello era abbastanza imbarazzante. Ora, io sono più rilassata e lui più tollerante.

1

11. Qual è il tuo peccato di gola?

Sicuramente il formaggio. Qualsiasi tipo: dalla ricotta al pecorino, dal caprino al gorgonzola, mi piacciono tutti.

Nomina tre mamme blogger da far conoscere ai nostri lettori.

50sfumaturedimamma.com: uno sguardo ironico alle mamme e e alla maternità

unamammagreen.com: per l’empatia

ceraunavodka.it: perchè già solo il nome è meraviglioso

Vi aspettiamo alla nostra prossima Picci intervista



'Picci interviste: Mammachestorie' non ha commenti

Commenta per primo questo post!

Commenti?

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.